come promuovere un blog sui social media

Come promuovere un blog sui social media

Un problema comune di un blog aziendale o personale, indipendentemente da quanto tempo sia online, è renderlo visibile al pubblico. Con un bel lavoro di SEO potresti raggiungere dei buoni risultati, ma se cerchi dei risultati a breve termine potresti trovare una soluzione nei social media.

Per poter iniziare l’attività di social media marketing per il tuo blog è necessario prima rispondere ad alcune domande:

  1. Quali sono gli obiettivi che voglio raggiungere con il mio blog?
  2. Qual è il target a cui devo fare riferimento per promuovere il mio blog?
  3. Quali sono i canali social che rispondono di più alle mie esigenze?
  4. Quanta disponibilità economica possiedo per sostenere un’attività di advertising?

Con questo articolo andrò a spiegarti i primi passi e i consigli base per promuovere un blog sui social media.

Come trovare gli obiettivi da raggiungere con un blog

come definire obiettivi di un blog

Prima di intraprendere un’attività di web marketing è fondamentale sapere il perché la si sta iniziando. Per potersi muovere al meglio applicando le giuste strategie, è necessario avere ben chiari i goals che si vogliono raggiungere. Al contrario, si rischia di sprecare tempo prezioso e denaro per non ottenere i risultati desiderati.

Gli obiettivi a cui potresti mirare sono molteplici. Qualche esempio:

  • aumentare il traffico del sito web;
  • migliorare la reputazione del brand;
  • promuovere servizi o prodotti dell’azienda;
  • generare una lista di contatti;
  • aumentare l’interazione nel blog;
  • promuovere un punto vendita.

Questi sono solo alcuni esempi degli obiettivi a cui vorresti mirare. Sta a te, dopo un’attenta analisi del tuo brand, scegliere quale vuoi raggiungere.

Come definire il target di riferimento di un blog

gestione campagne di web advertising a torino

Dopo aver identificato quali obiettivi raggiungere con il tuo blog, il prossimo passo è definire il target a cui farai riferimento. Il target di riferimento non è altro che le persone a cui vuoi renderti visibile, le persone che possono essere realmente interessate ai tuoi contenuti, ai tuoi servizi o ai tuoi prodotti, che potrebbero seguirti attivamente.

Per trovare il target di riferimento del tuo sito web, è necessario creare delle buyer personas. Le buyer personas non sono persone reali, sono semplici profili che creerai in modo verosimile per raffigurare il tuo cliente o lettore ideale.

Le informazioni del potenziale cliente o lettore che ti servono per definire la figura del buyer persona sono le seguenti:

  • i suoi comportamenti comuni;
  • i suoi obiettivi;
  • le sue esigenze;
  • i suoi dati biografici;
  • i suoi dati demografici;
  • dove e come raccoglie e legge informazioni;
  • dove e come acquista i prodotti interessati.

Per poterlo fare hai bisogno di conoscere a fondo i tuoi interlocutori attuali, analizzandoli e confrontandoli potrai reperire le informazioni che ti servono. Alcuni altri consigli che possono esserti d’aiuto per costruire la tua buyer persona sono:

  • interagisci con i tuoi clienti o lettori ponendo loro delle domande;
  • monitora come i tuoi clienti interagiscono e si comportano con il tuo blog o con la tua azienda in generale;
  • profila i tuoi visitatori facendo loro compilare dei form appositamente creati dove possono rilasciare delle informazioni;
  • porta i tuoi visitatori, clienti o lettori a lasciare dei feedback;
  • rimani sempre aggiornato monitorando tutti i dati che puoi raccogliere.

Come scegliere i canali social più adeguati al target di un blog

I social media, al giorno d’oggi, sono ormai numerosi. Ne esistono per ogni tipo di target e per ogni modo di comunicare. Grazie alle analisi degli obiettivi e del target di riferimento, puoi riuscire a selezionarne alcuni dove poter trovare il pubblico interessato per procedere con la comunicazione.

Alcuni esempi di social di nicchia possono essere:

  • BakeSpace, dove condividere solo ed esclusivamente foto di cibo;
  • DriveTribe, per chi ha la passione dei motori;
  • GoodReads, per chi ama la lettura;
  • Houzz, per chi ama gli arredamenti;
  • SoundCloud, per chi ama la musica;
  • 9GAG, dove condivdere solo ed esclusivamente meme.

Esistono alcuni social generali in termini di target, quindi dove puoi trovare ogni tipo di persona, ma che sono diversi nel modo di comunicare. Ad esempio: Facebook, Twitter e Instagram dispongono di un pubblico molto vario di interessi, la differenza è: nel primo puoi trovare un miscuglio di post, foto e links; il secondo sfrutta il real time marketing con gli #hashtag e il microblogging (post molto più corti in termini di limite di carattere); Instagram punta più sulle risorse visive come immagini e video.

Questo significa che, ad esempio, disponendo di un blog con l’obiettivo di promuovere il proprio e-commerce di vestiti avrai bisogno di mostrare la qualità dei tuoi prodotti con foto ad alta qualità.. quindi su Instagram!

Consigli su come promuovere un blog sui social media

social media marketing a torino

È molto importante tenere attivi blog e profili social media che hai creato. Essere presenti lasciando il tutto fine a se stesso è molto peggio che non esserci: le persone potrebbero pensare che sia un progetto sepolto. Di seguito qualche consiglio:

  • tieni attivo il tuo blog con un piano editoriale;
  • utilizza immagini ad alta qualità per catturare l’attenzione di chi sta scorrendo la newsfeed dei social;
  • ogni articolo che pubblichi, condividilo sui profili social in cui sei attivo;
  • interagisci attivamente con chi ti legge, fai in modo che continuino a rispondere alle tue pubblicazioni , crea dei dialoghi e rispondi attivamente;
  • mantieni attivo il tuo profilo LinkedIn condividendo i tuoi articoli del blog, con una nota al fondo che spiega che il post è stato originariamente pubblicato sul tuo sito web;
  • partecipa a gruppi (ne sono presenti molti su Facebook), community, siti di domanda e risposta (come Quora, Yahoo Answer) o in qualche forum di nicchia che interessi al tuo settore; senza esagerare in termini di spam, quindi solo quando è adeguato e necessario, posta il link di un articolo presente nel tuo sito web aggiungendo una spiegazione scritta a mano (rispondere solo con il link potrebbe risultare inappropriato).

Arrivati a questo punto, abbiamo risposto a 3 domande delle 4 iniziali e abbiamo inoltre iniziato un ottimo lavoro. Questa risposta l’ho tenuta per ultima perché è un’attività che può essere intrapresa, ma anche no. Sebbene al momento i social media dispongono di sistemi di advertising veramente convenienti non sempre si ha del budget da investire, specialmente all’inizio.

Con l’advertising sui social media, se fatto nel modo giusto e mirato alle persone giuste, puoi ottenere ottimi risultati in breve tempo. Con Facebook, ad esempio, puoi creare delle campagne attraverso lo strumento Power Editor creando il pubblico esattamente con i dati che hai reperito con le precedenti domande.

Non preoccuparti se le prime campagne non hanno un buon seguito, nell’advertising il segreto è: testare, monitorare e modificare. È possibile apportare delle modifiche nel corso della campagna se noti che, misurando i risultati che sta ottenendo, c’è qualche particolare che può essere variato per migliorarne l’andamento.

Conclusioni

Con questo articolo ti ho guidato nei primi passi su come promuovere un blog sui social media, come organizzare il tuo lavoro e le tue attività. Adesso tocca a te, quali consigli daresti ad una persona che ha appena aperto un blog per renderlo visibile al suo target?

Se ti è stato utile, ricorda di condividere l’articolo sui social network di cui fai parte!

Simone Bocchetta

Ciao! Sono un giovane freelance che ha fatto della sua passione un lavoro. Mi occupo di web marketing e realizzazioni siti web. Non trascuro mai l’informazione e lo studio, fondamentale per rimanere aggiornato nel mio settore il quale è in continua evoluzione.

Seguimi sui social network!

Comments 3

  1. Pingback: Facebook Marketing: 10 consigli per i principianti | Simone Bocchetta

  2. Pingback: Auto post degli articoli sui social media: i migliori plugin WordPress | Simone Bocchetta

  3. Pingback: Facebook Marketing: 10 errori (assolutamente) da non commettere | Simone Bocchetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *